Il Monferrato

Il Piemonte è una regione unica per la sua conformazione geofisica: montagne, pianura, laghi, e soprattutto colline. Ed è proprio il paesaggio collinare che suscita emozioni forti a chi le scopre per la prima volta; sono diverse le aree piemontesi che si presentano con tali caratteristiche ed in particolar modo il vasto territorio che si estende attraverso le province di Asti e Alessandria e che lambisce anche la provincia di Torino fino alle propaggini degli Appennini Liguri. Questo è il Monferrato, una terra ricca di dolci colline e vigneti, "quell'esultante di castella e vigne, suol d'Aleramo" come lo definì il Carducci. Il Monferrato dai vari aspetti: da quello storico a quello architettonico e artistico, da quello enologico a quello gastronomico e turistico. Un territorio, Basso e Alto Monferrato, che mette in risalto borghi e città di origini medioevali, dove spesso di incontrano monumenti e chiese di grande valore storico ed artistico, nonché aspetti economici e produzioni tipiche che hanno permesso al Monferrato di essere conosciuto ed apprezzato a livello internazionale.

La leggendaria cavalcata di Aleramo delimitò una terra forte e insieme dolcissima, di colline soprattutto, di paesaggi e ambienti continuamente variegati, di orizzonti mutevoli e dalle fortissime e sempre diverse suggestioni. Questa terra, il Monferrato, ancora oggi suscita le stesse emozioni che pervasero l'animo del giovane Aleramo.

I fiumi Tanaro e Po sono tra i principali corsi d'acqua che attraversano l'Alto e il Basso Monferrato.

Una delle peculiarità del Monferrato è la diversità e la varietà dei paesaggi, ma anche di terra che da zona a zona, da collina a collina cambia colore, consistenza materica e composizione chimica.

Il sistema collinare monferrino presenta caratteristiche morfologiche abbastanza diverse tra loro. Ne conoscono bene i segreti i viticoltori che grazie alla loro esperienza, hanno saputo coltivare vigneti da cui ricavare eccellenti vini.